cerca

Lo stato di verginità permanente della sinistra

1 Maggio 2013 alle 10:00

Se si vuol capire l’atteggiamento con cui il Pd affronta questa nuova esperienza di Governo bisogna leggere l’editoriale di Ezio Mauro del 30 Aprile. In sostanza, il Direttore di Repubblica , pur riconoscendo lo stato di necessità in cui si trova il Paese, teme che questa esperienza comune Pd-Pdl possa produrre una contaminazione ideologica ed una cancellazione della identità stessa della sinistra italiana. Governare col Pdl sarebbe anche possibile se non ci fosse il rischio per il Pd di finire schiacciato sotto l’egemonia culturale berlusconiana. D’altra parte, qualsiasi sarà la nuova legge elettorale, i governi di coalizione saranno un’eventualità sempre più probabile, come dimostra l’esperienza di altri Paesi. Perciò, questa presunta superiorità antropologica di cui molti soffrono all’interno della sinistra, crea non pochi problemi all’interno del Pd che, di questo passo, sarà fatalmente destinato alla scissione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi