cerca

Il lessico delle formule

25 Aprile 2013 alle 14:00

Sono giorni che si susseguono formule diverse per definire il nostro prossimo governo: di larghe intese, di cambiamento, di scopo, del Presidente e, da ultima, quella di servizio. Un lessico politico, senza dubbio, creativo, ma vale forse la pena ricordare ai nostri politici le parole di un vero creativo, il pubblicitario Bill Bernach quando sostenne che “ciò che è memorabile non è mai nato da una formula”. E l’Italia ha un disperato bisogno di andare oltre il bisogno e l‘emergenza, oltre le formule. Stavolta la posta in gioco è più alta: c’è bisogno di un governo “memorabile” che infonda credibilità, certezze e speranze ai suoi cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi