cerca

Che Dio ce la mandi buona!

19 Aprile 2013 alle 16:45

Ma facciamo sul serio? Avevo capito che il prof (riduzione per Prodi) non avesse interesse a quella poltrona: ho capito male, come spesso mi capita! E poverino, ora lo fanno rientrare di corsa: perché? A far che? E' vero: Napolitano dimostra che uno può convertirsi e i convertiti sono tosti, come lo stesso dimostra, ma qualche tempo prima un certo Paolo di Tarso. Non è che ci sia molto da scegliere: Monti, ma serve per il necessario esecutivo forte che deve rimettere in strada l'auto da altri sfasciata e che era riuscito a portare in officina; Amato, ma già è stato da tempo isolato nell'armata brancaleone; lo stesso dicasi per Chiamparino, Cacciari, Ichino (che è addirittura andato via), ecc., ma non hanno una levatura internazionale; si potrebbe ripiegare su D'Alema, ma è antipatico a tanti. L'ideale sarebbe Napolitano, ma non vuole fare l'ultimo duro strappo. Che Dio ce la mandi buona!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi