cerca

La coreagrafia per l'elezione del Presidente della Repubblica

17 Aprile 2013 alle 09:30

Sono tra quelli che legge perplesso tutte le informazioni che riguardano la coreografia dei partiti per arrivare all'elezione del Presidente della Repubblica. Grande risalto alle "Quirinarie" del Movimento di Grillo, essendo oramai il blog dell'ex comico un appuntamento imprendile per la carta stampata. Guarda caso gli iscritti al Movimento hanno il privilegio di indicare nomi, se lo facesse un altro iscritto a un partito, magari inviando una lettera ai vari giornali verrebbe sicuramente cestinato. Adesso abbiamo appreso che la scelta degli elettori grillini è caduta sulla Gabanelli. C'è chi si affanna ad evidenziare che quest'ultima non ha alcuna simpatia per il Movimento di Grillo e tra l'altro per essere eletta veramente dovrà avere il sostegno di altri partiti. Fatto è che ancora una volta si arriva ad una elezione che dovrebbe essere modificata, se si vuole fare riferimento alla volontà popolare, magari con la Repubblica presidenziale o semipresidenziale ma questo è un argomento tabù, anche per la stampa che si guarda bene dal prendere posizione. Come si guarda bene da evidenziare che la durata di 7 anni del mandato è elevatissima, sembra una piccola monarchia. Capisco che bisogna modificare la Costituzione, ma se vogliamo veramente essere uno stato moderno queste modifiche vanno fatte. Ci eviterebbero tra l'altro incontri tra partiti, divisioni negli stessi partiti e così via.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi