cerca

I lamenti di un disoccupato, aspirante esattore

16 Aprile 2013 alle 18:30

Nooo! Non se ne può più! Ancora Ingroia che frigna in tv e sui giornali! Allora forse è proprio giusto che si giochi con lui "al calcio dell'asino", come lamenta il suo amico-avvocato difensore Marco Traraglio! "L'ONU mi ha offerto... L'ONU mi ha proposto... L'ONU mi ha chiamato... In Italia mi hanno proposto un incarico politico...": perché il dottor Ingroia non ha l'onestà di dire che nessuno gli ha proposto niente e che per il posto in Guatemala lui ha fatto una regolare domanda; la sua è stata accolta. Con appoggi e sforzi diplomatici italiani? Questo mi pare l'abbia detto D'Alema. Poi: "All' ONU il rapido avvicendamento di funzionari è la regola", dice Ingroia. E' la regola avvicendarsi in due-tre mesi? Ma per favore! Sono eccezioni che persone coscienziose, quali lui vuol essere considerato, dovrebbero evitare, proprio nell'interesse di tutti, dato che li stra-paghiamo noi i funzionari di quel carrozzone che è l'ONU (quanto si è messo in tasca, lei dottore, in quei due mesi; ce lo dice, nella sua cristallina trasparenza?). Si rammarica di dover esser lui stesso a ricordarci i meriti della sua carriera; dice che meriterebbe maggior rispetto. Ma non gli passa per la testa che forse, per meritarselo, deve giocare meno con i posti di lavoro e darsi una ridimensionatina, il dottor Capitan Fracassa?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi