cerca

Erano Maggie e Ronald

11 Aprile 2013 alle 11:00

Li ricordo bene, perchè ero bambina, in quell'età che non si scorda. Poi sono cresciuta, la guerra fredda è finita e nessuno ne parla più, nessuno ricorda la paura delle bombe atomiche? C'era un documentario terribile che non mi ha fatto dormire per anni. Nell'era di internet in cui tutti glorificano questo potente mezzo di informazione, non trovo nulla su quel periodo, nulla che non siano commenti partigiani e rancorosi, che non assomiglio alle canzoni pop e rock inglesi incavolate con la Thatcher, o i soliti luoghi comuni su Reagan. Che peccato. E' la versione aggiornata di un vetusto tubo catodico questa rete. Tutta ideologia, eppure quella era la Storia. La povera Thatcher ricorda a tutti il turbocapitalismo e la lotta contro i minatori, tutto visto con l'ideologia e gli occhi di oggi. Eppure allora tutto era diverso, era un mondo che cambiava. Come adesso, stiamo cambiando e siamo riottosi e conservatori. Ecco, Maggie e Ronald furono coraggiosi e la Storia la fecero, con decisioni incredibili, difficili, impopolari, accollandosi grosse responsabilità. Un po' quello che tutti quanti hanno smesso di fare, in europa, da un pezzo, compresi quelli tanto arrabbiati con la Thatcher da gioire per la sua morte (chissà quale UK alternativo avrebbero costruito).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi