cerca

Un Governo del "saggio" Napolitano?

4 Aprile 2013 alle 09:39

Dal 1953, anno in cui ci si rese conto della effettiva impossibilità di rendere l'Italia un Paese governabile, i "sacerdoti della Costituzione" hanno fatto di tutto per tenere in vita una mummia che ha portato il Paese alla paralisi. Tutti gli esperimenti e i tentativi di riforme, le bicamerali, i referendum (solo nel 2006 ci si arrivò vicini con Berlusconi), sono falliti miseramente anche per l'incapacità di una classe politica di vedere qualche millimetro oltre il successivo turno elettorale. L'ottusità di Bersani non consente un patto tra gentiluomini per il bene dell'Italia e rischia di regalare ai grillini ulteriori voti in una prossima tornata elettorale in cambio del vuoto e del nulla. La mia idea: un governo istituzionale presieduto dal senatore (tra qualche giorno) a vita Giorgio Napolitano che sostenuto da Pd e PDL porti avanti in un arco di tempo determinato 4/5 mesi le riforme urgenti e costituzionali per dare al Paese un nuovo assetto istituzionale e governi l'attuale emergenza economica. Dopo di che si potrà tornare al voto con una nuova carta costituzionale. E utopistico?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi