cerca

Giustizia internazionale.

29 Marzo 2013 alle 18:00

Se ancora c'è gente che pensa che la nave non fosse in acque internazionali (cosa ammessa dagli stessi indiani), se c'è ancora gente convinta che ammazzare qualcuno sia sempre un atto illegale... Ma, seppure tali posizioni fossero giuste? Il territorio era italiano, i militari erano italiani, perché dovrebbe giudicare l'India? Perché abbiamo dato dei soldi (cosa che può far pensare ad ammissione di colpa) a chi avrebbe dovuto risarcire per averci costretti (per dolo od ignoranza) ad un atto non voluto, ma dovuto?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi