cerca

Le contraddizioni all'interno del M5s

25 Marzo 2013 alle 15:00

Da un sondaggio verosimile pubblicato sulla Repubblica, risulta quello che tutti sapevano e di cui anche in questo forum spesso si è parlato, cioè che la composizione trasversale della base del m5s è oggettivamente un problema quando ci sono da prendere decisioni poltiche. Infatti la maggioranza della base di oridine PDL/Lega, non vede di buon occhio una possibile alleanza con il PD, mentre è vero il contrario per l'altra parte, quella di origine di sinistra. Questo è chiaramente un limite (e secondo me non è una ricchezza) del movimento, che si palesa ora nella scelta di un eventuale accordo di governo, ma che verrà sempre fuori quando il movimento dovrà prendere decisioni su leggi riguardanti l'economia, la legalità e la giustizia. Un conto è sbraitare contro tutto e tutti, un conto è prendere prima o poi posizioni politiche che influenzeranno la vita dei cittadini. Oramai è vero che non esistono più partiti che rappresentano un unico blocco sociale... ma dovrebbero almeno rappresentare un orientamento progressista o conservatore e questo si manifesta con le scelte di tipo sociale. Bene, con in pancia destri e sinistri la cosa può diventare complicata!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi