cerca

Il primo messaggio di Papa Francesco

15 Marzo 2013 alle 12:00

Il neo Papa Francesco (cosi come si fa chiamare in maniera molto semplice, diretta ma anche ricca di senso di responsabilità) ha già dimostrato per ben tre volte di presentarsi in modo sincero,inequivocabile e sereno prima al balcone papale appena eletto, poi durante la sua prima Santa Messa nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, poi durante la sua Prima Santa Messa nella Cappella Sistina pronunciando un'omelia a braccio. Il oonfessore della Basilica ha rilevato che il Papa "non era né imbarazzato, né intimorito, sembrava fosse stato sempre Papa". In questa veste per così dire francescana rileverei un concetto essenziale sottolineato dal Papa: vale a dire, che l'evangelizzazione suppone zelo apostolico e che bisogna uscire da noi stessi per andare nelle periferie ad annunciare il Vangelo. Annunciare il Vangelo significa portare amore e speranza ma anche insegnare e propagare il verbo di Gesù Cristo su cui si fonda la religione cattolica. Forse ci dimentichiamo come il Vangelo sia materia essenziale,sia la base di tutto il cattolicesimo e che non si deve fermare al mero apprendimento in età infantile, mentre dovrebbe far parte della vita di tutti noi cattolici. Un esempio è costituito dalle altre religioni che si fanno più protagoniste dell'indrottinamento dei propri adepti. Penso che il messaggio lanciato dal Papa sia quello di annunciare il Vangelo a livello teorico e a livello umano uscendo da noi stessi per andare incontro agli altri, soprattutto ai bisognosi per combattere la povertà materiale e spirituale. E' un messaggio molto semplice ma anche molto complesso che se ognuno di noi cogliesse nel suo piccolo riuscirebbe a raggiungere un fondamentale traguardo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi