cerca

Si prospetta una legislatura lunga e forte

5 Marzo 2013 alle 13:00

Potrebbe essere questa la prospettiva, se solo le due maggiori coalizioni si disponessero al dialogo. I grillini, tanto temuti dall’una e dall’altra parte, nulla potrebbero, nemmeno laddove parti cospicue della maggioranza dovessero saltare la barricata verso il comico genovese, ne servirebbero troppi di voltagabbana per ribaltare la situazione. Si è visto poi che i traditori, pagati o meno, non hanno grandi prospettive. E’ vero che una convergenza PD e PDL appare ora difficile, improponibile alle rispettive basi, ma è anche vero che in politica “mai dire mai”. Lo si è già visto per un anno intero, anche se è stata una reazione chimica infelice. Forse si è sbagliato il catalizzatore (Monti), basta trovarne un altro che faccia la sintesi giusta. Vero anche che un patto della specie, un patto d’acciaio, alimenterebbe la forza del M5S che alla prossima consultazione elettorale li spazzerebbe via entrambi. Si, ma solo tra cinque anni. E allora c’è tutto il tempo per fare cose buone per il paese, visto che entrambi dicono che questa è l’intenzione, anche se con ricette diverse, ma è sempre possibile interpolare i valori in campo, lasciar decantare l’onda anomala, smorzare l’ardore delle cinque stelle, smussare la furia rivoluzionaria dei neofiti. Sappiano che solo se il sodalizio PD e PDL produrrà , attraverso un confronto aperto e senza pregiudizi, validi risultati, allora il terribile Movimento perderà la sua ragione d’essere. E’ l’unica via di fuga, per entrambi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi