cerca

Organizziamo per tornare a votare

5 Marzo 2013 alle 15:00

Gli eletti del M5S sono stati scelti sulla base di quella parvenza di primarie"parlamentarie"-preferenze ricevute intorno a 300-Di fatto chi li ha votati, con le liste bloccate, ha potuto effettivamente valutarli. Alla luce dei primi contatti risultano essere, certamente, giovani ma sprovveduti circa la complessità della vita politica e parlamentare.Dobbiamo tener presente che è una sprovvedutezza di oltre 160 eletti. Considerata l'arroganza dittatoriale nella gestione del M5S da parte di Grillo e Casaleggio-oltre la volgarità di espressione-il destino dei nuovi deputati e senatori è quello di essere ETERODIRETTI Con una legge elettorale cheli porti a confrontarsi INDIVIDUALMENTE con gli elettori. O non ce la fanno o crescono Se non ce la fanno il M5S li perde; Se crescono e convincono gli elettori a votarli spiegando PERSONALMENTE il programma politico e cosa intendono fare (buon per loro) pur restando del M5S sarenno liberi dal condizionamento psicologico e politico di Grillo e Casaleggio (buon per tutti gli italiani) Se proprio il nuovo governo-che comunque si farà- nonfosse nelle condizioni di governare VERAMENTE per l'intera legislatura,sarà meglio tornare a votare ,perciò si decida per una legge elettorale che oltre ad uno sbarramento alto-minimo 10%-sia per camera che senato(per stroncare il proliferare dei partitini e delle liste) preveda le PREFERENZE o i COLLEGI UNINOMINALI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi