cerca

Bersani e le giuste dimissioni

28 Febbraio 2013 alle 12:45

Se Bersani fosse un segretario tutto d'un pezzo avrebbe almeno due buone ragioni per dimettersi. La prima riguarda le elezioni appena perse, un flop galattico, non è riuscito nelle sue certezze e nelle sue profezie elettorali. Diceva al mondo intero, tutto tronfio" smacchieremo il giaguaro, tranquilli abbiamo già vinto, stavolta non ci ferma nessuno". Ebbene il giaguaro è sempre lì ed è sempre dello stesso colore, le elezioni le ha perse malamente e probabilmente non sarà Presidente perché neanche Grillo lo vuole. La seconda ragione e forse la più importante, per me, è che dopo le farneticanti dichiarazioni contro Grillo e Berlusconi del tedesco Steinbrueck, capo del SPD tedesca che a Bruxelles siede accanto a Bersani, il segretario del PD non abbia sentito il dovere di chiamare il suo "compagno" tedesco per dirgliene quattro e rimetterlo in riga. Quindi se Bersani non riesce neppure a fare una telefonata per difendere il suo paese da sproloqui di un fuori di testa, come può pretendere di ricevere il mandato per diventare il capo dell'Italia? Credo che il popolo italiano si ribellerebbe ad un'ipotesi simile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi