cerca

La vendetta dello sconfitto

27 Febbraio 2013 alle 17:00

Bersani sconfitto dice di voler formare un Governo di scopo nell’interesse supremo del Paese e lancia una richiesta d ‘aiuto ad altre forze parlamentari . Ma questo messaggio non lo indirizza al suo avversario storico Berlusconi ma a Grillo, il rappresentante della pericolosa deriva populista, come egli stesso lo aveva definito nel corso della campagna elettorale. Si tratta di un comportamento denso di significati, politici e non solo, in quanto è indice della pochezza provinciale cui è giunta la nostra politica , basata sulla delegittimazione dell’avversario anche in condizioni di gravità estreme come quella attuale. La sinistra , spocchiosa e arrogante, anche stavolta non smentisce se stessa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi