cerca

Correva l’anno 2013

27 Febbraio 2013 alle 15:15

Non credo all’ipotesi del governissimo. Bersani è “costretto” ad allearsi con il M5s, che è il primo partito. Se si allea con il PDL, sparisce. Con Grillo potrà sempre dire, se le cose andranno male: “Cosa potevo fare?" Allearmi col caimano? I suoi lo capiranno. Fra l’altro, le urne fra un mese non le vuole nessuno, nemmeno Grillo. I suoi elettori gli hanno dato il mandato per cambiare, quindi per governare. L’Italia è un paese esperto in soluzioni strane e noi usciamo da un’esperienza (disastrosa) simile. La soluzione sarà un governo monocolore del PD, con appoggio esterno dei cinque stelle su un programma concordato. Nessun ministro del movimento perché Grillo non “vuole il potere” diretto. Teme, anche se non lo dice, un governo diretto dei suoi, volenterosi, ma impreparati. In questo modo governerà, come desidera la sua base elettorale, e potrà essere l’inflessibile garante del suo programma. Quando tutto questo finirà e l’esperienza verrà considerata conclusa si tornerà a votare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi