cerca

Crisi d'astinenza

21 Febbraio 2013 alle 20:15

Non vogliono capire che il rifiuto di Grillo a rispondere alle domande dei giornalisti significa non accettare una stampa che fa dafiltro col suo elettorato. Grillo preferisce una comunicazione diretta senza passare nell'anticamera e nel confessionale di nessuna parrocchia. Come fa Grillo a fare un dibattito in televisione con politici che stanno portando questo paese sull'orlo del baratro. Confrontarsi con uno (Monti) che sostiene che la crisi produce suicidi, però in Italia sono inferiori a quelli della Grecia (bella cosiderazione) o con un B. & B. che fanno promesse (se promettevano che entro un anno ci avrebbero portato su Giove in astronave forse li avrei votati). Personalmente posso dire che non andrò a votare e che questa campagna elettorale mi diverte un mondo e penso che dal ventisette febbraio soffrirò di crisi di astinenza da comicità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi