cerca

Giannino, Giannino, Giannino

20 Febbraio 2013 alle 12:30

Carissimo, l'hai combinata grossa! In un paese come questo, bisognoso di etica pubblica e privata, tu appari all'improvviso come portatore di luce e dici anche cose interessanti, parli da galantuomo, ma viene fuori all'improvviso che anche i galantuomini, per quanto galanti, sempre uomini sono, e qui casca l'asino. Più si sguazza nella belletta (come direbbe Montale) più la purezza risanatrice deve apparire inattaccabile e perfetta, quasi sovrumana, per poter contrastare il degrado. Come ben sai, qui di belletta ne abbiamo tanta, ché forse più di un politico servirebbe un santo rivivicatore; ci si potrebbe accontentare forse anche di qualche economista, ma costui - non so se dotato o meno di master - dovrebbe essere al di sopra del denaro vero: dovrebbe parlaci del denaro virtuale che "non olet" e non sa di sudore, ma solo di riunioni profumate della BCE e di Draghi alati (quelli delle favole). Ci si potrebbe addirittura accontentare di un qualche giudice, ma dovrebbe essere al di sopra del diritto, a diretto contatto con la Giustizia e, invece, a quanto sembra, ci dovremmo contentare di economisti rosi da qualche sentimento di inferiorità e di giudici che, più che stare al di sopra del diritto, si siedono sui codici. Finirà che ci ridurremo a votare per qualcuno dei soliti politici, sui quali nessuno può nutrire illusioni e questo è già un buon punto di partenza per evitare le delusioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi