cerca

Fare cose inutili è stupido, ma umano

20 Febbraio 2013 alle 17:00

Posso capire che nel cerchio di Oscar Giannino, nel suo mondo relazionale e elitario, l’abbondanza di titoli accademici sia molto importante e l’esibirli dia lustro e spessore e soddisfi l’ego. Ma se si sale sulla ribalta e si cerca consenso tra i cittadini di tutti i giorni, tra gli incerti e gli indecisi, se affidiamo la nostra credibilità ad un progetto politico, dovrebbe essere limpido che a quelle centinaia di migliaia di persone dei titoli accademici non importa un fico secco. Anche perché, lo sanno tutti, non è la quantità di titoli ostentati che garantisce qualità politiche. Allora? Debolezze e vanità umane? Proprio così. Chi è senza peccato scagli la prima pietra. A me, Giannino è più simpatico di prima. Zingales, nei panni del Savonarola inflessibile fa scopa con Ingroia. Il diavoletto mi sussurra: ”Macchè Savonarola. Ha fiutato il fallimento e s’è tirato fuori con un colpo di moralismo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi