cerca

I sermoneggi dei puritanucci ti fanno perdonare sempre Berlusconi

19 Febbraio 2013 alle 11:00

Il perdono è spontaneo e innocente per affetto umano e riconoscenza per le battaglie contro la pavida, opportunistica omologazione alla cultura degli intellettuali illuminati, dei mozzorecchi mediatici, dei pierini giustizialisti e dei frammenti ideologici che vorrebbero trasformare l’Italia in un convento di clausura sotto la guida dei loro arcigni Priori. Nei loro disegni non c’è un’Italia più libera e felice, più orgogliosa di sé e più competitiva, capace di stare al passo coi tempi e con le mutate condizioni della realtà mondiale, ma solo un paese di “uguali“. Il bello è che le folle osannanti di ora,sarebbero le prime a rifiutare l’asettico assetto. “Non mi ha tenuto da conto Monti, e ha fatto male, ma un matto siffatto rende ridicola anche la sola idea di una soluzione per l’Italia e ti fa venire la tentazione di un tuffo, un tuffo ancora nella crisi”. Già, ma non è solo quella economica. Questa ha reso più evidente, “ha tolto il tappo”, come direbbe chi non è stato tenuto da conto, alla crisi strutturale del sistema Italia. Costruito per essere “né carne né pesce”, cementato dall'utilizzo concorde del denaro pubblico e dal mito che la ricchezza, la sua equa distribuzione, il lavoro e la risoluzione dei problemi sociali, si possano ottenere per legge. L’operazione B-M non era ancora matura. Prima occorreva ricompattare, il più possibile, l’elettorato del Pdl e solo il Cav. poteva farlo: Ma, da solo. Poi, basta avere un po’ di accorta pazienza, quando sarà evidente l’ennesimo fallimento dei progetti progressisti, compendiamoli così, inizierà il percorso verso “la natural cosa”. Stamattina Monti ha detto, chiaro e tondo:”Con questa coalizione di sinistra non ho e non avrò nulla in comune". Certo, c’è da eliminare frasi di troppo dette da ambo le parti. Si sosterrà che in campagna elettorale ogni scherzo vale. Questo suggerisce la ratio della ragione. Comunque le cose saranno più chiare, anche se apparentemente più complicate, la sera del 25 febbraio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi