cerca

Ma l'anima no

18 Febbraio 2013 alle 19:15

Sanremo ha perso la santità, nonostante il nome? In un certo senso sì, o meglio, ha perso l'anima. Quella magica anima canora, fatta di luci, lustrini e parole cuore/amore, che in altri tempi riuscì a far sognare agli Italiani un futuro migliore. L'irruzione sul del pensiero di sinistra, politicamente e banalmente corretto, come ha notato bene il Direttore, ha levigato tutto, forse anche la sensazione che gli Italiano siano diventati poveri ma bruttini. Unico punto di rottura e scandalo, il grido scomposto dell'anonimo contestatore a Crozza, rimasto basito sul palco. Insomma, il sogno è mancato e l'incubo del rifiuto dell'instupidimento generale è stato soffocato. Che ne sarà dell'anima, nel caso di quella degli Italiani? Come l'amore nella famosa canzone, potrà disperdersi nel vento con le rose...Vederemo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi