cerca

Incomprensibile o difficile da comprendere?

12 Febbraio 2013 alle 14:00

Un gesto rivoluzionario quello annunciato oggi da Papa Benedetto XVI,un passo indietro di fronte alle proprie difficoltà commisurate con il grande impegno che il mondo di oggi richiede.Non chiama a sè i suoi per una sessione straordinaria,ma coglie l’occasione del Concistoro per dare l’annuncio,importante per la vita della Chiesa,della decisione presa “con” Dio. Sottolinea che per esercitare adeguatamente un Pontificato,il Ministero di Pietro,occorrono forze ed età non avanzata.Come se dicesse: largo ai giovani!Non è da tutti autodefinirsi “incapaci” rispetto a qualcosa da affrontare.Siamo abituati a sentirci supereroi e non ammettiamo di avere dei limiti:ci crediamo invincibili. E vogliamo che i nostri punti di riferimento lo siano.Il Papa è consapevole che il ministero papale si esercita anche attraverso la sofferenza e la preghiera,ma non si può permettere che la sofferenza e la mancanza di forze indeboliscano il ministero stesso.Tanti, oggi, hanno inneggiato al “dalla croce non si scende”.Mi piacerebbe sentirli alimentati dalla stessa passione e veemenza quando si parla di temi scottanti, quali l’aborto o il divorzio, per esempio.O pensare cosa significa per i cattolici, e non, questo gesto rispetto ai medesimi temi.Pienamente in sè,consapevole e libero, veramente libero,il Papa vuol farci dono anche del tempo a noi necessario per metabolizzare la notizia. Infine, con un ulteriore atto di umiltà, invoca il perdono per i suoi difetti, se non è stato come lo volevamo. Affida la Chiesa a Gesù Cristo ed a sua Madre, Maria che oggi si celebrava nella Madonna di Lourdes, per l’elezione del suo successore. Il Papa si dedicherà alla preghiera per continuare a servire la Chiesa.Un’ultima considerazione: la lingua usata per dare l’annuncio, il latino. Difficile da comprendere, è per molti ma non è per tutti. Così come si sta dimostrando che quanto accaduto oggi, 11 febbraio 2013, data entrata nella Storia, è di difficile comprensione: molti comprendono, ma non tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi