cerca

Illuminante generosità

11 Febbraio 2013 alle 21:00

La grandezza e l'umiltà di Benedetto XVI rifulgono in questo gesto rarissimo ma non del tutto inatteso. La Chiesa ha di fronte a sé l'ineluttabilità di un rinnovamento, di una periodica benefica rinascita, che essa stessa ha già preparato come ha sempre fatto nei duemila anni della sua storia, sempre risorgendo. Benedetto XVI asseconda ora questa necessità, sapendo che per, per governare e guidare questo passaggio non più rinviabile, occorre l'ardore, la passione e la fermezza di un giovane. I credenti pregano perché questo passaggio nel terzo millennio evocato da Giovanni Paolo II preservi la Chiesa dai rischi che sempre si presentano in queste contingenze e perché il nuovo successore di Pietro, animato dalla sapienza e dalla fede degli ultimi Pontefici, sappia rimuovere le scorie profane che il tempo ha deposto e doni l'originario splendore alla parola di Cristo della quale la Chiesa assicura la sequela nei secoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi