cerca

La teodicea giudiziaria

1 Febbraio 2013 alle 12:00

Drogarsi in gruppo è penalmente irrilevante, un reato consumato collettivamente non è più un aggravante ma una liberatoria; analogamente si potrebbe estendere la sentenza ad altri reati: lo stupro, la rapina, la corruzione, ecc. Vae solis! Se Corona avesse avuto compagni di merende avrebbe potuto sperare in un'assoluzione in Cassazione. La bilancia della giustizia è l'isometria tra delitti e pene, ma non tiene conto su chi esse cadano, basta che il conto torni, così quelle a cui i tristi sfuggono sono patite dagli innocenti, è una bella forma di teodicea!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi