cerca

La teodicea giudiziaria/2

1 Febbraio 2013 alle 17:00

Semplicemente, consumare individualmente droga non è reato (stuprare e rapinare invece sì) ed è da questo fatto che la Corte muove giudicando irrilevante la circostanza che la si consumi in gruppo. Quanto ai tristi che fuggono le pene a scapito dei giusti dovrebbe rassicurare il fatto che la popolazione carceraria è costituita per il 99,9 percento dai "suoi" tristi e per la restante parte da poveri Corona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi