cerca

Le vergogne di Bersani

31 Gennaio 2013 alle 16:30

Il comportamento di Bersani e del suo Pd è semplicemente vergognoso. Non solo è complice della più grave e seria vergogna non tanto della Repubblica italiana quanto della Storia, ma ne nega l'evidenza, copre la vicenda del Monte dei Paschi (iceberg di un mondo bancario corrotto e colluso) mettendo invece a nudo la persona di Berlusconi e le sue battute, peraltro veritiere, sul fascismo e su Mussolini denigrandolo ancora una volta. Forse perché ne ha paura, forse perché ha la coda di paglia, forse perché sa di essere in torto marcio ma guai ammetterlo, forse perché è conscio di perdere alle elezioni e di non avere più i consensi usuali, almeno questo è auspicabile. Ma la vergogna più grossa di Bersani è di avere promesso di "sbranare" chi lo avesse contraddetto o messo in luce. Detto fatto. Ha persino querelato Il Giornale per aver pubblicato le sue nefandezze. La vergogna consiste nella sostanza (tutta la squallida e pericolosa vicenda dei quattrini rubati agli italiani) e nella forma in quanto se lo stesso comportamento fosse stato assunto da un rappresentante del centrodestra apriti cielo, il centrodestra sarebbe già alla gogna. Questa gente non si merita nulla se non essere completamente estromessa dalla scena politica. Confido nell'intelligenza degli italiani e nella loro paura e preoccupazione per il proprio futuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi