cerca

Lista Monti

21 Gennaio 2013 alle 19:00

Monti ha dichiarato di non essere un moderato, ma un radicale. Vuole rivoluzionare il sistema a partire dalla costituzione. Ottima cosa non v’è dubbio. Aspettiamo da un ventennio l’azione concreta. Problema: è credibile il presidente Monti quando afferma queste cose? Io dico di no. Ha avuto un potere immenso e l’ha usato per amplificare la recessione. La tesi è che non poteva fare altro altrimenti non pagava gli stipendi agli statali. Ammesso e non concesso sia vero non aveva proprio altra strada? Il suo governo, fallimentare, ha distrutto l’edilizia, la nautica e contribuito al crollo delle vendite dell’automobile con aumenti della benzina fuori da ogni logica. In cambio ha fatto riforme molto dubbie. Ha spostato l’asse dell’arena politica imponendo una nuova categoria: evasori contro paganti. Quando il problema, e non occorre essere dei geni, è infinitamente più complesso. Ha impoverito tutti per mantenere ogni parassita laddove l’ha trovato. E’ poi credibile rivoluzionare lo stato in compagnia di Casini e Fini, che si sono sempre opposti? Direi di no. Ha sicuramente ragione nell’affermare che gli altri non sono credibili, si dimentica d’aggiungere che anche lui non lo è.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi