cerca

I figli delle scimmie

18 Gennaio 2013 alle 13:00

Giorni fa vennero rese note vecchie ma non meno inquietanti dichiarazioni di Morsi: ”Allevate i vostri figli e i vostri nipoti nell’odio verso gli ebrei e sionisti”, “discendenti di scimmie e maiali”. Queste letterali affermazioni non sono nuove. E non sono diciamo così dettate dal folklore o dalla vis polemica, limitiamoci a dire che possono essere veicolate perché non sono eterodosse: non sono mai state smentite da nessuno che conta. Vale la pena quindi di ragionarsi su: rivestono anche un certo interesse se vogliamo antropologico. Semanticamente, equivale a dire che gli ebrei sono animali. Sillogisticamente, che non sono uomini. Logicamente, che si può fare di loro ciò che si vuole. I punti di contatto, novecenteschi, sono tanti. Analogie che però contano relativamente e fino ad un certo punto, se non si va oltre. E andare oltre spaventa… fermiamoci qui, perché questa ricerca è un esercizio ermeneutico che va lasciato al muto discernimento interiore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi