cerca

Le singolarità della politica italiana

15 Gennaio 2013 alle 15:45

Montanelli ammoniva che chi fa il mestiere del giornalista non solo deve essere imparziale ma deve anche apparire tale. Un po’ quello che si richiede a chi fa il mestiere del giudice. E non è un caso, perché entrambe queste attività gestiscono due valori primari, che sono rispettivamente la informazione e la giustizia. Ora accade che la campagna elettorale in corso è andata a pescare proprio tra queste due professioni, reclutando un numero di giornalisti e di magistrati senza precedenti. Addirittura qualcuno di questi ha formato un nuovo partito, mentre stupisce il fatto che alcuni di questi giornalisti oggi sostengono tesi e principi opposti a quelli che fino a qualche giorno fa scrivevano sui loro editoriali. Ma siamo in un paese normale oppure talvolta anche voi siete assaliti dal dubbio di trovarvi su un altro pianeta?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi