cerca

Renzi. Adesso… foglia di fico

4 Gennaio 2013 alle 10:00

Antonio Polito sul Corriere della Sera osserva che «il Pd non è mai stato così a sinistra. Questo è il bilancio del terzo round delle primarie che ha scelto i candidati a un seggio in parlamento. Simbolo di questa vera e propria mutazione genetica sta nel successo dei cosiddetti "giovani turchi", il gruppetto di trenta-quarantenni che in questi anni sono stati l'ala marciante della corrente del segretario, combattendo le battaglie che lui non poteva combattere in prima persona per liberarsi dei vecchi capi corrente e per marcare un'identità più radicale: sono stati loro ad attaccare Renzi come cavallo di Troia della destra e a guidare la fronda interna antimontiana. … Il Pd nella prossima legislatura avrà dunque una forte corrente di sinistra guidata dagli Orfini, dai Fassina, dagli Orlando, dai Damiano». Risultato. Il disegno politico di Bersani di rimettere insieme tutta la sinistra per poi portarla all'incontro coi moderati è già minato nelle sue fondamenta. Del resto cosa pensi Monti di Vendola e Fassina e del ruolo della CGIL e della FIOM in particolare è noto. In tutto questo, dal faccia a faccia con Bersani in un ristorante romano è risultato che Renzi (che «non scappa con il pallone» e ha capito «cosa ci faceva il tacchino sul tetto»), con la sua pattuglietta di circa il 10%, avrà un ruolo: la foglia di fico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi