cerca

Sulla ruota del buon senso

1 Gennaio 2013 alle 17:30

Il Lotto è nato a Genova all’inizio del Cinquecento: in un'urna venivano depositati 90 nomi di cittadini meritevoli, periodicamente si procedeva all'estrazione dei 5 nominativi destinati ad amministrare la città, incoraggiando così la partecipazione al governo della res publica da parte della comunità. Perché non attualizzare tale forma di elezione? Gli ingenti risparmi derivanti dalle cessate faraoniche spese delle campagne elettorali potrebbero essere destinati ad opere benefiche, senza contare l'incommensurabile vantaggio di non sprecare più fiumi d'inchiostro e ore televisive nelle poco proficue diatribe della nostra politica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi