cerca

Epica della ripresa

1 Gennaio 2013 alle 19:00

La fenomenologia dell’ovvio messa in musica. L’Agenda del Professore come il Bolero di Ravel, un leitmotiv che si ripete monotono in un crescendo parossistico di suoni che lasciano intontiti. È l’ennesimo spartito che ci viene offerto come “opera prima” ed è invece il ripetersi di banalità che altri, già prima di lui, hanno composto con mediocri risultati. Ma le platee popolari sono volubili, quello che poteva apparire mediocre improvvisamente si trasforma in ascesi e quelle stesse note, già fischiate, ricevono l’ovazione del trionfo. Accade la stessa cosa in politica, mezze figure della società civile si montano la testa e osano immaginarsi d’essere diventati Cavour o la “divina contessa” se il sesso glielo consente. L’Agenda del professore è un collage di cose dette e ripresentate sotto il nome di Agenda, un programma che ha cambiato abbigliamento per esibirsi al popolo afflitto. Bisognerebbe mettere a confronto le varie Agende del tempo e scoprire il pedissequo procedere del progetto. E non è a dire che tempi drammatici della nostra storia non siano stati vissuti, il dopoguerra, tragico e miserabile, fu affrontato con cipiglio fiero e i De Gasperi, i Gronchi, i Fanfani, gli Scelba, I Mattei, i Campilli, i Menichella, i Pella, i Valletta, seppero timonare l’Italia sulla rotta della ricostruzione. Oggi il presentimento consiglia di soprassedere: “Qualcosa mi dice di non candidarmi. Ma insieme va ricostruito il paese”, dice il Professore animato da buoni propositi. Come? Ipertassandolo allo sfinimento? Se si muore sotto i ferri, è inutile qualsiasi Agenda, programma che sia. Nel 1960 l’Italia fu premiata per la sua crescita economica e il trentennio fu definito “trentennio d’oro”. Non avremmo mai immaginato che il “Bolero” di Ravel potesse costituire lo spartito di un programma che, managerialmente trattando, vien definito Agenda. Un salire in politica che non è un’ascesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi