cerca

Non votiamo per i piccoli partiti ma per la destra o la sinistra. E la Lega?

27 Dicembre 2012 alle 20:45

Silvio Berlusconi più volte ultimamente esorta gli italiani a non votare per i piccoli partiti, che non avendo la maggioranza necessaria per cambiare la Costituzione, potrebbero costituire soltanto un impedimento, ma per i partiti maggiori o di centro destra o di centro sinistra. Pur essendo d'accordo con l'opinione di Berlusconi, vorrei fare due obiezioni. Innanzitutto, se il Pdl (quindi parliamo di centrodestra) si fosse costruito positivamente per andare incontro agli elettori ora non saremmo a piangere e a non sapere chi votare. Inoltre, la mia vera obiezione riguarda la realtà dimenticata, accantonata o ignorata della Lega Nord. Non dimentichiamoci della sua esistenza, della sua forza soprattutto attuale grazie al suo rifacimento interno, alla nuova veste che ricopre grazie alla sua militanza e al suo nuovo segretario Roberto Maroni ora in corsa per il Pirellone. Peccato che ci si dimentichi o si ignori che la Lega potrebbe costituire la vera alternativa a tutti o quasi i problemi italiani attuali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi