cerca

Prepariamoci ad andare in montagna o a Salò

26 Dicembre 2012 alle 10:45

Come molti giovani nel 1943 dovettero scagliere o la montagna o "la bella morte" anche ad alcuni di noi non più giovani ci costringeranno o "alla macchia" o a Salò. Io personalmente non so se ce la farò e insieme a molti miei connazionali saremo costretti, come fanno certi massoni, ad andare "in sonno". Quello che sarà insopportabile durante il sonno è il bombardamento di menzogne che dovremo udire, le leggi contra natura da digerire, l'assalto dei nuovi "italiani" che ci imbarbariranno le nostre città fintanto che il nostro imbastardimento non sarà completo e il dilagare della micro (mica tanto) criminalità ci avrà reso insensibili e mitridizzati. Da piccolo sono stato sotto alcuni bombardamenti aerei, ma al cessato allarme uscivamo in strada vedevamo le macerie procurate ma per certi versi ci si sentiva sicuri di trovarsi tra amici che condividevano le sofferenze e non dovevamo guardarci alle spalle da falsi italiani o da falsi preti e Dio sà quanti ne dovremo vedere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi