cerca

Una parola sui Marò

21 Dicembre 2012 alle 11:30

Questa mattina su "Prima pagina", una trasmissione di Rai 3, commentava le notizie del giorno Loris Campetti de "Il manifesto". Questi, sollecitato da una domanda, ha detto che l'Italia vuole processare i marò compiendo un verso l'India, che forse, nella sua mente, è ancora una povera terra colonizzata e terrorizzata da ciò che i colonialisti italiani potrebbero farle, ha aggiunto che i nostri marinai difendono le navi facendo strage di marinai inermi ed ha concluso brillantemente, che, pur non sapendo se i marinai italiani sono veramente assassini, lui sta comunque, se deve scegliere tra pescatori e soldati, con i pescatori (fatto del tutto irrilevante per capire le dinamiche di ciò che è accaduto). Ora, è evidente che ognuno può dire ciò che vuole nell'ambito che gli è proprio, che la RAI può mandare in onda ciò che vuole, ma è anche evidente che il servizio pubblico, pagato da tutti, non può consentire che si definisca la nostra richiesta che venga rispettato un accordo sottoscritto dalle parti coinvolte. Quando quelli del "Manifesto" vinceranno le elezioni potranno fare accordi proletari con chi vorranno, ma, per ora, le questioni si dirimono attraverso le regole del diritto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi