cerca

Ipotesi

19 Dicembre 2012 alle 12:30

Io non so chi voterò, cerco solo di capire. Il disegno berlusconiano, fra tentennamenti e passi in avanti ha un senso. Se Monti sarà il federatore di tutto il centro destra, con obiettivi compatibili alla bisogna, e senza il PD come inibitore, può avere possibilità di vincere o comunque di condizionare la gioiosa macchina da guerra. Sembra difficile che Monti scenda realmente in campo come leader. Pare piuttosto che permetterà l’uso del suo nome, in una sorta di franchising politico. In questo caso il PDL e la Lega restano fuori. A questo punto l’offensiva berlusconiana entrata nel vivo a “Porta a Porta” si farà sentire con tutto il peso possibile. In questo caso è al Senato che si giocherà la battaglia. Non è scontata la vittoria del PD in questo ramo del parlamento. PDL e Lega, lista Monti, Grillo, Giannino e La Russa potrebbero insieme, anche se separati, produrre una situazione tipo Prodi 2006. A questo punto Monti e Casini si alleerebbero con il PD di Bersani e Vendola. Fra Monti e Vendola, passando per la Bindi e D’Alema, e i Renziani, le difficoltà del futuro governo sono assicurate. Naturalmente credo che nessuno, chiunque vincerà, sarà in grado di governare per le storture costituzionali e istituzionali che deprimono il paese da sempre. E’ quindi un esercizio virtuale, una sorta di risiko, ma niente più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi