cerca

Primarie Pd

14 Dicembre 2012 alle 19:00

La scelta delle primarie PD per la corsa al Parlamento è dovuta ad un rischio di rottura interna che sarebbe potuto essere enorme. Non c'è ancora evidenza (pubblica) di questo ma nei corridoi romani si dice a gran voce che i renziani non avrebbero accettato altra soluzione. Chi potrà partecipare come candidato/a, soprattutto in un così breve tempo alle primarie, se non chi ha già un bacino di voti ben consolidato e un portafoglio tale da permettergli di sostenere le spese elettorali pre e post primarie? Quando oggi si compra un cellulare, le sue funzioni sono già predefinite. Si possono usare tutte le opzioni che esso contiene ma il problema è che qualcuno le ha scelte in precedenza. Sono appunto opzioni predefinite. Forse potrà cambiare in parte l'ordine con cui le liste saranno stilate ma non cambierà molto. Ci sarà qualche consigliere regionale (che di recente aveva votato l'aumento del proprio stipendio), e fors'anche qualche consigliere di capoluogo. Ma più tali personaggi correranno e più il Parlamento verrà svuotato del suo più profondo significato. Inoltre più quei personaggi correranno meno sarà valida o sarà stata valida la scelta delle candidature. Da anni, sempre ideologicamente, si crede che le preferenze siano un modo per far partecipare i cittadini. Chi si occupa di politica più da vicino sa bene che non è così. Le regionali, provinciali (con la preferenza) non solo implicano un lavoro immane ma anche una rete di rapporti (e di favori) enorme, per non parlare di dispendio economico. Peraltro le note e recenti vicende regionali del Lazio ne han dato ampia prova. Le primarie continuano ad essere un regolamento di conti e di pesi interni che hanno costi indiretti ed alti per ora invisibili. Di partecipazione c'è ben poco, e, come dice un autorevole costituzionalista, al massimo di mobilitazione si può parlare. Il PD, che aveva ripreso vigore con le primarie precedenti, ora rischia di perderne perché al solito ha paura di vincere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi