cerca

Grillo e il Cavaliere Oscuro contro tutti

13 Dicembre 2012 alle 18:00

Sicuramente il movimento di Grillo non sarà la quintessenza della democrazia, ma andatelo a chiedere agli altri partiti, o ai sindacati, o alle organizzazioni sociali, culturali e alle Onlus, andatelo a chiedere persino al Vaticano, qual è il loro concetto di democrazia interna e come funzionano le epurazioni. Come? Sempre nell'ombra, trasversali, giustificate da argomentazioni o risibili o costruite all'uopo da apparati che nella piazza predicano democrazia ma internamente sono stalinisti prima maniera. La cosa che invece mi colpisce - pur restando critico verso alcune demagociche prese di posizione di Grillo verso la cosiddetta "democrazia del Web" (del Web dei miei stivali, mi verrebbe da aggiungere) - è la virulenza con la quale, di fronte alla possibile vittoria del Movimento 5 Stelle, i media e i partiti si siano compattati e stiano montando una vera e propria canizza orchestrata per evitare che la discesa in campo e nel parlamento di questa novità clamorosa si trasformi in una loro disfatta. E da un giornale come il Foglio - che ha fatto delle sue battaglie contro l'illegalità manifesta dei sistemi giudiziari e dei media contro il Cavaliere Oscuro una battaglia di principi, di etica e di civltà - mi attenderei (dicevo) un approfondimento di merito, eventualmente una ferma critica ai contenuti programmatici, una presa ragionata di distanze dai progetti, magari astrusi, che Grillo propone al Paese. Insomma un qualcosa di più che non approfondire le epurazioni e le fatwe interne, che comunque anche a me piacciono poco ma hanno il pregio della chiarezza dei termini. Se gli attacchi a Berlusconi rischiano di ricompattare attorno al Cavaliere gli indecisi, anche gli attacchi a Grillo potrebbero produrre nell'elettorato gli stessi effetti. Attendo perciò con fiducia che anche la Merkel si schieri contro il comico genovese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi