cerca

Palermo. Il podio della Giustizia

6 Dicembre 2012 alle 12:30

Per capire la fenomenologia della Giustizia in Sicilia basta osservare l'imponente edificio della Procura a Palermo. Mutatis mutandis si presenta come un clone del Lingotto di Torino, dominato dalla magica sfera con vetrate ray ban da dove dominava e decollava Gianni Agnelli al top della sua supremazia aziendale. Purtroppo la Sicilia, come tutto il Meridione, non dispone di parchi aziendali come quelli del Nord dove la crema dei suoi managers potrebbero salire gloriosamente la scala del capitale. Ecco allora che la burocrazia statale e, soprattutto la Giustizia, offre le uniche opportunità di manifestazione e successo. Tali opportunità per certi versi possono risultare addirittura vantaggiose. Non si rischiano capitali, non si deve affrontare l'impatto di scioperi e crisi di mercato. Certo c'è molta concorrenza e si rischia la vita. Ma come Darwin insegna, all'interno della Magistratura comunque predomina la legge della selezione naturale. Oltretutto la mafia è uno dei più efficienti ed esclusivi decanters.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi