cerca

E' nata la Bersansocialdemocrazia?

4 Dicembre 2012 alle 10:00

Comprensibili gli entusiasmi a caldo. Ma il budino va assaggiato. Ha vinto Bersani, cioè l'apparato ma Renzi ha piantato il seme di un autentico rinnovamento culturale. Checché sproloquino Bindi e compagnia. Distacco alto, Vendola alzerà il suo costo. Perché le cose sono due: o Vendola è un bluff mediatico o, se è animato da sacro, autentico fuoco, vorrà e dovrà tenerlo vivo. Ha un solo modo per farlo, battere sul chiodo della svolta verso una sinistra non riformista. Può contare sui massimalisti all’interno del Pd. Quelli che insieme all’apparato fecero fuori Veltroni. Infatti ha già proclamato: ”Dal voto c’è uscita a sinistra”. La sua, ovviamente. Con l'incognita dei deputati del M5S e con un’opposizione di cui non si vede la consistenza e l’identità, sarà un Parlamento tutto da ridere. Il tempo sarà consumato in dialoghi, confronti e trattative surreali. Bersani capirà quanto “Sa di sale lo pane altrui”. Beh, il presagio è che i tempi ce li detterà l'Europa, quella che Bersani ama tanto e che Vendola intende solo in chiave anti liberale, anti capitalistica, anti borghese. Comunque:"Auguri, candidato premier".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi