cerca

L’ultima Thule

3 Dicembre 2012 alle 14:30

Le truppe anglo-americane di Renzi segnano il passo nelle Ardenne spianando la strada all’armata rossa, che conquisterà Berlino. Vista la situazione, Renzi era l’unico in grado di scombinare la rigidità dell’appartenenza antropologica fra le parti, anche se in campo etico l’avvicinamento sarebbe stato di qualche metro. La tracimazione di parte dei voti ex PDL verso sinistra non avverrà poiché Vendola è ostacolo insormontabile. A Berlino una Cavjugend con il complesso d’Edipo inscena una farsa demo-plutocratica penosa. Nemmeno uno Stauffenberg per riscattare l’onore dei berlinesi (averlo un Sallusti deputato). c'è perfino chi applaude alla sosta forzata degli anglo-americani, sognando chissà cosa. Sembra di contemplare l’isola dei morti di Arnold Bocklin, che peraltro è più allegra dei fantasmi di cui sopra. Gli esperti prospettano uno scenario dove col porcellum o con altra legge proporzionale nessuno avrà la vittoria, costringendo i partiti ad una coabitazione forzata, con premier Monti. Possibile. Ma se ciò accadrà sarà in virtù di anomalie elettorali e non per un progetto voluto e responsabile; un pasticcio in salsa costituzionale, cioè catto-comunista. Per conto mio scenderò nel Walhalla con la Lega.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi