cerca

La fine ingloriosa

30 Novembre 2012 alle 17:00

Cosa pensare? Cosa sperare? Si sta rischiando di andare al voto senza nessun riferimento possibile per i cosiddetti “moderati”. E’ ancora lecito illudersi che Berlusconi riesca a tirar fuori dal cilindro, non un dinosauro, ma una soluzione convincente, non dico vincente, per il futuro del centrodestra? Certo questo suo lungo silenzio, mentre nel movimento succedeva di tutto, non gli rende merito ed ha sicuramente spiazzato e disorientato i potenziali elettori del Pdl, che è stato giustamente messo alla berlina nell’opinione pubblica e nei media, proprio mentre il centrosinistra dava testimonianza, quantomeno, di capacità organizzativa e spirito di gruppo. Vogliamo ancora credere che quando parlerà, se mai lo farà, sarà chiaro ed esaustivo e userà toni di buon senso e di strategia politica (non demagogica) in grado di rianimare la gente, ora confusissima, di centrodestra. Altrimenti avremo perduto anche qualsiasi bel ricordo della stagione politica contrassegnata dalla sua leadership. In poco tempo avrà distrutto e cancellato tutto. Senza passare, ove comprensibilmente stanco e amareggiato, nessun testimone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi