cerca

Duel

29 Novembre 2012 alle 12:30

Ieri sera s’è visto un vero duello all’americana. E’ l’unica risposta, e secondo me vincente, a Grillo che ho visto da molti mesi a questa parte. Il Pd è stato abilissimo nel progettarle e farle queste primarie. Ha impiegato mesi di lavoro. Ha creato le premesse del successo mediatico con intelligenza. Quello che passa è un centro sinistra più “amerikano” del centro destra. Se ci pensate una follia. Perfino sulla legge elettorale, quella dei sindaci, che invochiamo da parecchi anni, ha cittadinanza a sinistra e non a destra. Noi proponiamo la proporzionale con premi di maggioranza. Roba da cattocomunisti incalliti. Con il porcellum o con il proporzionale scemo perderemo le elezioni, e le perderemo con grave danno per noi elettori grazie ad un manipolo di oligarchi che si credono al potere per grazia divina. Tanto valeva spendersi per qualcosa di buono. Si leggeva che il convitato di pietra era Vendola. Vero. Ma secondo me c’era un altro convitato di pietra. Noi. Spettatori impotenti di un centro destra che non conosce più le regole del consenso, come la Bindi. Chapeau a Bersani che le ha volute, le primarie, avendo contro molti del suo entourage. Chapeau a Renzi che, come afferma Lanfranco Pace, è da ieri sera diventato un leader credibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi