cerca

Monti e Sartori

21 Novembre 2012 alle 15:14

Il premier Mario Monti, in viaggio rassicurante per i mercati in Medio Oriente, annuncia aumenti del Pil per i prossimi anni, legati alle riforme fatte, per il vero, a parte quella previdenziale, con i veri privilegi ancora in auge, pochissime. Poi succeede che la "crescita", tanto sbandierata, non arriva, nonostante annunci, ma tutto o quasi langue, anche nel campo dell'informazione. Poi arriva Giovanni Sartori, politologo di vaglia, e ci descrive sul "Corriere" una situazione davvero desolante con all'orizzonte la Grecia, punto di riferimento per descrivere scenari davvero difficili che, comunque, l'Ue si guarda bene dall'affrontare. Adesso addirittura la Germania aspetta la data del settmbre 2013, con riferimento alle elezioni poltiche. Davvero non ci siamo: prima ci doveva salvare Hollande, poi Obama, adesso chi verrà dopo la Merkel, come auspicha tanta parte dell'opinione pubblica europea, o la stessa cancelliera in carica, sinonimo, giustamente, di un'austerità che porta solo acqua al mulino della sua nazione. Si sveglieranno i partiti politici italiani dal loro torpore, passando dalle parole ai fatti concreti per rilanciare veramente l'Italia? Mancano pochi mesi... e non è mai troppo tardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi