cerca

Fallimento "tecnico" di uno stato in recessione

20 Novembre 2012 alle 17:15

Come sappiamo possono fallire le attività economiche private se impossibilitate a far fronte ai propri debiti; mi chiedo perché nel caso in cui uno stato, che rappresenta gli interessi di una nazione intera, sia in recessione non possa dichiararsi "tecnicamente fallito" e così smettere di pagare gli esorbitanti interessi sul debito, tra l'altro è già pagato, che di fatto alimentano quindi una rendita all'originario creditore, in genere banche, che paradossalmente vengono aiutate da contributi statali o comunitari, quindi di derivazione pubblica, per non fallire!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi