cerca

Cattedre abusive

19 Novembre 2012 alle 14:00

Un celebre opinion maker, di recente, ha parlato di razzismo intellettuale di “ceti egemoni e influenti”, e si è posto una domanda: “Dov'è l'ufficio che rilascia o nega i per­messi e le patenti di santità, chi gestisce la fabbrica degli eroi, del fango e dell' oblio?”. L’interrogativo è retorico, essendo notorio che tale ufficio si trova a Roma, in largo Fochetti dove ha sede un quotidiano gremito da integerrimi maestri di moralità. Tra di essi, infatti, vi è il mandante di un omicidio, chi ha copiato a man bassa da altri autori omettendo di riferirlo, chi ha mandato in onda, nel tg in prima serata, immagini sui pedofili e l’elenco potrebbe continuare. Niente di nuovo del resto, se si pensa a quel partito che si professava democratico e - invocando la “questione morale” dall’alto di una presunta diversità - incassava colossali finanziamenti da un regime totalitario nemico dell’Italia. Passa il tempo e cambiano i protagonisti, ma la faccia tosta è sempre la stessa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi