cerca

Una scuola migliore

14 Novembre 2012 alle 17:15

Caro direttore, continueremo a girare intorno al problema del miglioramento della scuola finchè il sistema non diventerà effettivamente pluralista, con una scuola pubblica statale e una paritaria. Lo auspicavano già il presidente della repubblica Luigi Einaudi e il grande studioso Benedetto Croce. Le ricorrenti lagnanze anche con lettere ai giornali di illustri docenti di scuole statali verrebbero superate con due tipi di scuole pubbliche autonome e sanamente competitive fra loro, cosa che si verifica negli altri stati europei. I citati docenti delle nostre scuole statali dovrebbero nel loro stesso interesse e in quello dell'intero sistema scolastico pubblico, statale e paritario, sostenere l'autonomia finanziaria delle scuole paritarie, per trovarsi in sintonia con quanto si verifica negli altri stati europei. La competitività è il segreto della migliore qualità delle altre scuole pubbliche europee. Fanno eccezione solo le scuole paritarie o pubbliche non statali italiane a motivo del finanziamento irrisorio percepito dallo Stato. Al contrario in Italia, in autunno le scuole statali entrano in agitazione e sciperano pretestuosamenete o per ignoranza contro il finanziamento misero conferito alle scuole che ideologicamente quei perdigiorno continuano a chiamare private. Mentre in realtà sono pubbliche non statali riconosciute dalla Legge Berlinguer del 2000. Tanto per la chiarezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi