cerca

Qualche compagno spieghi cosa succede in Sicilia

31 Ottobre 2012 alle 16:30

Perché qualche comunista vero (leggasi appartenente al Pd), o ex comunista (leggasi ex appartenente al Pci), non spiega quello che è successo in Sicilia? Per i comunisti la moralità è solo il Partito e la sua vittoria, qualsiasi altro partito è morale se serve allo scopo finale (la vittoria del partito comunista). Questo fanno i comunisti da sempre, da Lenin a Bersani, la storia, in questo caso, è sempre uguale. La stampa è morale? In questo periodo sì, ha aiutato, e aiuta il partito a vincere le elezioni, quelle siciliane e quelle nazionali. La magistratura è morale? Si, per lo stesso motivo. Grillo è morale, si. Aiuterà sicuramente a vincere le elezioni nazionali. Il problema che oggi i comunisti non sanno risolvere è il "che fare?" successivo la vittoria. Gestire un equilibrio oggi ingestibile. Debito pubblico e stato enorme, entrambi ingovernabili. Lavoro dipendente a tempo indeterminato e concorrenza internazionale fortissima. Equivoca solidarietà agli stranieri e diffusa microcriminalità. Pensioni a tutti subito, e problema demografico. Sono solo alcuni esempi di difficile gestione, anzi di incapacità dei comunisti di oggi ad affrontare la realtà. Per chi comunista non è e ha passione civile occorre ripartire da zero, senza sperare in alcun uomo della provvidenza. L'ultimo che abbiamo avuto, dal 94 in poi, non ha fatto granchè e non è finito molto bene. Bisogna ripartire da una politica delle riforme possibili ben sapendo che occorrono sacrifici, che la politica non arricchisce, (o almeno così dovrebbe essere), e che sino ad oggi abbiamo vissuto oltre le nostre possibilità. C'è qualcuno disposto a farlo nel centro destra? Altrimenti stiamo a casa e lasciamo ai comunisti il governo della cosa pubblica. E' semplice basta non andare a votare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi