cerca

Grillo e le reazioni dei mercati

31 Ottobre 2012 alle 13:30

Ormai è assodato che la politica di un paese è dettata dal mercato. Mercato che appoggia gli interessi dei creditori nei confronti degli stati. Esempio più vicino a noi è stato lo spread dograto a 575 punti, record toccato nel novembre del 2011, e che spinse il nostro presidente della repubblica a licenziare il governo Berlusconi e promuovere il governo Monti. Ho paura che il mercato reagirà ugualmente nel caso in cui, alle elezione della prossima primavera, l'M5S dovesse diventare il primo partito italiano. Non a caso l'agenzia Fitch, al termine dello spoglio delle schede elettorali in sicilia, e confermato che l'M5S di Grillo è diventto il primo partito siciliano, ha declassato il rating dell'Isola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi