cerca

Una modesta considerazione

30 Ottobre 2012 alle 15:45

Non è comprensibile l'atteggiamento del Berlusconi attuale. Si comprende che ha subito pressioni forti interne ed esterne, che la magistratura lo ha tartassato costantemente, che molte delle accuse che nel corso del tempo gli sono state rivolte non meritano considerazione di sorta, ma il Cavaliere non sembra rendersi conto che il treno della storia (o magari il vagone della metropolitana) non è passato due volte neppure per Napoleone. Egli deve fare l'autocritica per non avere previsto l'effetto devastante delle sue condotte private sulla sua immagine di politico che vuole parlare al popolo. Il popolo, che comprende anche le vecchie signore, gli iscritti ai circoli parrocchiali, le associazioni per le difesa del lavoro al tombolo, non può accettare l'immagine che su di lui è stata ritagliata maliziosamente sulla base delle sue vicende personali. Certo, si sono fatte delle costruzioni fantasiose, ma lui ha fornito il destro, e questa è la sua colpa. A me personalmente nulla importa di quell'immagine, ma non è così per chi ha creduto che un miliardario potesse occuparsi dei problemi della gente comune. Nel momento che è tornato ad essere solo un miliardario, con la gente del popolo ha chiuso. E' così, e lui lo deve capire, se vuole salvare il salvabile (ma forse con questa parola io intendo cose diverse da quelle che intetnde il Cavaliere).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi