cerca

Estetica dei candidati alle primarie Pdl

26 Ottobre 2012 alle 14:15

L'estetica pop dell'ex premier attingeva al secolo scorso e ai gloriosi anni '80 che ne videro l'ascesa pubblica. Oggi, nei giorni dell'abdicazione, sarebbe opportuno ragionare sul profilo estetico del nuovo candidato Pdl, in considerazione delle novità deflagrate nel nuovo millennio. Alfano - ad esempio - non comunicherebbe mai via Twitter il suo esecutivo, mentre Formigoni sì. Santanché, forte della sua femminilità, imperversa sui media che la tallonano, ma non bada talvolta ai limiti del buon gusto, rischiando spesso l'effetto boomerang. Dall'altra parte, Renzi - forte di uno spin doctor comunicativamente abile come Gori - dilaga con ogni mezzo, eclusa la cravatta. I partecipanti alle primarie Pdl del prossimo dicembre avranno un problema non da poco, se saranno nomi nuovi: trovare in fretta e furia una loro propria nota caratterizzante di sicura presa su un elettorato per una parte sfibrato e deluso e per l'altra - Dio mi perdoni - facilmente condizionabile dalla fuffa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi